pizzeria2

Un Museo della Pizza, un corso per formare venti giovani pizzaioli, una festa della pizza la prossima estate. E’ quanto sarà realizzato ad Ercolano grazie al progetto “La cultura della pizza”, promosso dall’associazione “Accademia della pizza a regola d’arte” grazie al co-finanziamento della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale. Il progetto è stato presentato stamattina nel salone consiliare del Comune di Ercolano alla presenza del presidente dell’associazione, Gianluigi Noviello, del presidente e del vicepresidente dell’Ascom cittadina Franco Ascione e Filippo Borrelli e del sindaco di Ercolano Ciro Buonajuto.

“Il progetto – ha spiegato Noviello – ha come obiettivo principale la diffusione della cultura e delle tradizioni partenopee anche attraverso la formazione professionale di giovani pizzaioli. Favoriremo l’inserimento lavorativo dei giovani fornendo loro gli strumenti e le nozioni teorico-pratiche per acquisire una qualifica professionale, quella di pizzaiolo, oggi molto richiesta, organizzando attività in aula e laboratoriali. Alla fine del percorso sarà data ai ragazzi l’opportunità di realizzare un evento ad hoc che metta in luce le competenze acquisite e la creatività dei singoli soggetti nel promuovere la cultura della pizza e delle tradizioni napoletane, attaverso la “PizzArt”, un evento artistico-gastronomico-musicale, in cui i nuovi giovani pizzaioli potranno cimentarsi mostrando le loro nuove competenze. Abbiamo, inoltre, programmato l’allestimento e l’inaugurazione di un vero e proprio “Museo della Pizza” in cui raccogliere elementi materiali ed immateriali legati a tale prodotto.”

“Il lavoro del pizzaiolo – hanno spiegato Ascione e Borrelli – non conosce crisi ed è una figura professionale sempre più richiesta, tuttavia mancano giovani con una formazione adeguata. Il mercato dei consumatori di pizza nel nostro Paese è davvero ampio: basti pensare che ogni anno si consumano 2 miliardi e 550 milioni di pizze. Grazie a questo progetto saranno poste in essere azioni che consentiranno ai giovani di intraprendere una professione fortemente legata alla tradizione e alla cultura locale.”

Il sindaco Buonajuto ha ringraziato gli organizzatori per aver sceltoErcolano come città sede del progetto, rimarcando che nelle attività svolte sul territorio negli ultimi mesi ricorre continuamente la parola “cultura.” Secondo Buonajuto, che si è impegnato a mettere a disposizione, se necessario, i locali più idonei per ospitare il Museo della Pizza, “c’è la volontà di continuare a mettere Ercolano al centro delle politiche culturali e a favore dei giovani nell’area vesuviana.”

Per iscriversi al corso di formazione per pizzaioli, rivolto a 20 giovani campani tra i 18 ed i 35 anni, in possesso di diploma di scuola media superiore, inoccupati, inattivi o disoccupati, è necessario seguire le istruzioni presenti sul bando pubblicato sul sito web www.pizzaregoladarte.it La scadenza del bando è prevista per il prossimo 25 novembre. Le attività di formazione d’aula si terranno nel MAV – Museo Archeologico Virtuale di Ercolano, dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 14. Il corso avrà una durata di 300 ore e comprenderà dei moduli di base e di specializzazione nonché laboratori pratici. Alla fine del percorso teorico, i giovani effettueranno delle attività laboratoriali presso alcune delle pizzerie aderenti alla rete dell’associazione organizzatrice.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>