pizza

pizzartIl parco urbano del Miglio d’Oro di corso Resina, ad Ercolano, ospiterà 16 e 17 settembre “Pizzart”, una festa della pizza che concluderà il progetto “La cultura della pizza”, promosso dall’associazione “Accademia della pizza a regola d’arte” grazie al co-finanziamento della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale.

Il “PizzArt” è un evento artistico-gastronomico-musicale che avrà luogo il 16 ed il 17 settembre 2016, dalle 20 alle 24. Con pochi euro, sarà possibile degustare un’ottima pizza acquistando anche una bibita ed un dolce. Venerdì sera è previsto, per tutta la durata dell’evento, un dj set con Lello e Genny, gli “One Group Service”. Sabato, invece, sarà proiettata in diretta la partita di campionato tra Napoli e Bologna e, subito dopo il triplice fischio finale, si partirà nuovamente con tanta musica da ballare, sempre con Lello e Genny.

“Il progetto – spiega il presidente dell’associazione, Gianluigi Noviello – ha avuto come obiettivo principale la diffusione della cultura e delle tradizioni partenopee anche attraverso la formazione professionale di giovani pizzaioli, molti dei quali oggi già lavorano. Abbiamo favorito il loro inserimento lavorativo dei giovani fornendo loro gli strumenti e le nozioni teorico-pratiche per acquisire una qualifica professionale, quella di pizzaiolo, oggi molto richiesta, organizzando attività in aula e laboratoriali.” Il “Pizzart servirà ai giovani per mettere in luce le competenze acquisite e la creatività dei ragazzi nel promuovere la cultura della pizza e delle tradizioni napoletane.

Il lavoro del pizzaiolo non conosce crisi ed è una figura professionale sempre più richiesta, tuttavia mancano giovani con una formazione adeguata. Il mercato dei consumatori di pizza nel nostro Paese è davvero ampio: basti pensare che ogni anno si consumano 2 miliardi e 550 milioni di pizze. L’evento è patrocinato dal Comune di Ercolano e dalla Pro Loco ed è realizzato grazie alla collaborazione dell’Associazione Pizzaioli napoletani e di alcuni sponsor locali.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>