LOGO PCM

Il lavoro del pizzaiolo non conosce crisi ed è una figura professionale sempre più richiesta, tuttavia mancano giovani con una formazione adeguata. Il mercato dei consumi fuori casa è in grande e costante espansione,basti osservare quante persone ogni giorno sono costrette per motivi di lavoro a pranzare fuori casa. Ad esempio, il mercato della pizza a domicilio in Italia vale già il 7% del fatturato totale del settore e cresce in maniera esponenziale. In America il mercato vale invece il 20% del fatturato totale del settore. Lo sviluppo delle catene di ristorazione è in crescita.

In un momento di crisi come quello che stiamo attraversando il settore non ha subito cali di fatturato anzi, proprio a causa della crisi le famiglie che prima magari si concedevano la cena al ristorante a base di pesce oggi “ripiegano” (si fa per dire) su una buona pizza in compagnia. La pizza, il simbolo della tradizione gastronomica italiana e l’ambasciatrice per eccellenza della cucina italiana all’estero, ha assunto oggi un posto di grande rilievo nell’ambito della ristorazione. Il mercato dei consumatori di pizza nel nostro Paese è davvero ampio. Basti pensare che ogni anno si consumano 2 miliardi e 550 milioni di pizze, pari a quasi 45 pizze per persona. Le pizzerie si sono ritagliate spazi considerevoli e numerosi sono anche i ristoranti che, per far fronte ad un momento non particolarmente brillante, hanno incrementato il loro fatturato proponendo anche il comparto pizzeria. L’aggiunta dell’insegna “pizzeria” a quella “ristorante” stimola infatti la scelta del cliente-consumatore, lo rassicura su un costo più contenuto e sulla possibilità di poter scegliere tra più proposte, soprattutto per quei gruppi familiari con i bambini che inevitabilmente chiedono una pizza.

Per questo la nostra associazione ha posto in essere il progetto “La cultura della pizza”, con il cofinanziamento della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile. Il progetto è articolato in varie fasi e modalità di applicazione, dalla formazione alla promozione all’imprenditorialità, ed ha come obiettivo quello di valorizzare le risorse umane del territorio delle province di Napoli e di Salerno, al fine di veicolare mediante la loro passione e creatività, la cultura e le tradizioni dei luoghi partenopei ma anche di creare nuova occupazione.

RASSEGNA STAMPA 

Rassegna Stampa del progetto – I parte